Una stanza, un radiatore, una temperatura (nei limiti di legge): manopole e testine programmabili Danfoss, Honeywell ed Ecodhome

Qual'è la tua opinione?

Testo | Si capisce bene e informa adeguatamente?: 86.5% - 2 voti
molto
Informazioni e dati | Chiari e di valore?: 79.5% - 2 voti
ottimo
Note & fonti | Utili ed accessibili?: 81% - 2 voti
ottimo
Scheda | "Dove provare, dove acquistare": utile?: 81.5% - 2 voti
molto

è il gradimento complessivo di questo articolo

Il voto attuale di questo articolo è la media di tutti i voti che ha raccolto fino ad ora: il voto massimo è 100/100 (100%). 5 pollici arancione sono il punteggio che indica un gradimento massimo e pieno (100%); un singolo voto va da 1 a 100 e si assegna alle singole voci qui a sinistra, passando il puntatore o il dito sulle icone dei pollici alzati. Grazie in anticipo, se volete dare la vostra opinione:)!

danfosseco01  Italia

Uno per uno e stanza per stanza: dover passare ogni giorno  un po' del proprio tempo a chiudere o ad aprire la manopola dei radiatori dotati di valvole termostatiche per settare la migliore temperatura di ogni stanza non aiuta certo la crescita della cultura del risparmio energetico e della sostenibilità.

Vero, specialmente in Italia.

Eppure dovrebbe.
Perché i dati parlano chiaro e ci dicono che gestire attentamente le temperatura stanza per stanza può abbattere fino al 20% i costi che sosteniamo ogni anno per riscaldare un appartamento, o una casa singola1.

Come rileva un recente documento dell'ENEA, infatti:- "Regolare la temperatura ambiente è molto importante. Per ogni grado centigrado (°C) in più i consumi aumentano dal 5 al 10%.".
Così, due gradi in meno nelle stanze meno bisognose di calore, le camere da letto, per esempio, significano dal 10 al 20% di consumo di gas in meno per quei locali. Il che, a sua volta, vuol dire meno emissioni di CO2 e qualche euro in più nel portafoglio.

A maggior ragione quando la caldaia ha già qualche anno sulle spalle e non è collegata ad un cronotermostato digitale di ultima generazione capace di programmare la temperatura per differenti aree della casa/appartamento, ma, più semplicemente, è solo connessa ad un termostato meccanico, del tipo on-off2, non sarebbe male se esistesse qualche aggeggio che programmasse al nostro posto quando e per quanto tempo ogni giorno riscaldare ogni singola stanza della casa. Un pò come fanno i robot pulitutto.

La buona notizia, una volta tanto, è che...si può fare.

In effetti, sono da qualche tempo in vendita strumenti elettronici che possono programmare la temperatura di esercizio dei singoli radiatori e mantenerla entro un certo limite (per essere precisi, sotto i 22° gradi C., il massimo consentito dalla legge) in fasce orarie che abbiamo scelto noi: si chiamano termostati o anche teste, o testine, programmabili3.

Termostati o testine programmabili
si montano al posto della tradizionale manopola graduata del radiatore e, radiatore per radiatore, e stanza per stanza, permettono di programmare l'apertura e la chiusura delle valvole termostatiche4
, dei radiatori, e, quindi, di tenere sotto controllo la temperatura del locale.

Tra i termostati che si programmano direttamente sulla valvola termostatica di un radiatore è da qualche anno possibile trovare anche prodotti di grandi firme del settore termoidraulico, come Danfoss, o dell'elettronica di controllo, come Honeywell. Della partita sono anche produttori italiani, ma di regola anch'essi si appoggiano a questi nomi per distribuire i loro prodotti sotto il proprio marchio.

Danfoss, in particolare, è un'azienda danese che dal 2017 ha introdotto una nuova serie nella sua linea di termostati programmabili per valvole termostatiche, serie che ha battezzato Danfoss Eco5  

danfosseco01La testina termostato programmabile Danfoss Eco Il termostato o testina programmabile Danfoss Eco è  un riferimento di MadeinGaia per il contenuto intrinseco di sostenibilità del prodotto: in questo caso, infatti, contano anche i segnali espliciti di impegno sostenibile dell'azienda danese, come le certificazioni di prodotto e di processo, il sustainibity reporting etc.
Danfoss è un'azienda nord europea, in particolare scandinava: dunque, per ragioni anche culturali, sembra particolarmente allineata sui punti della sostenibilità ambientale e sociale: https://www.danfoss.com/en/about-danfoss/company/sustainability/

In effetti, il termostato elettronico e programmabile Eco di Danfoss, oltre a poche ma interessanti funzioni6, tutte mirate a privilegiare la facilità d'uso, ha tra i suoi vantaggi anche una caratteristica che lo rende simile ai termostati di tipo smart, strumenti che però devono essere necessariamente accoppiati a un cronotermostato digitale a parete7: come questi può essere programmato attraverso un'app del vostro smartphone, al quale si collega via bluetooth.

Segnaliamo per completezza anche una coppia di prodotti simili ad Eco in vendita sul mercato italiano:
honeywelltherapro90hrHoneywell TheraPro 90HRuna è la testina programmabile Honeywell TheraPro HR908, l'altra è la Testina programmabile Ecodhome TTD 1019, ecodhomettd101Ecodhome TTD 101un prodotto distribuito da Ecodhome.

Sia il primo che il secondo termostato programmabile hanno funzioni in più rispetto al termostato Danfoss, ma non si possono regolare via bluetooth dal telefono come Eco.
Sul punto della sostenibilità sociale ed ambientale, Honeywell è comunque sul pezzo: https://www.honeywell.com/citizenship

Quanto ai prezzi, quelli rilevati sul web a novembre 2018, dicono che occorrono dai 50 ai 70 euro all'uno per il Therapro HR90, mentre dai 35 euro in su si trova il Danfoss Eco Bluetooth; per portare a casa un termostato Ecodhome TTD 101 si parte invece da 32 euro.

A fronte di una spesa tutto sommato accessibile, equipaggiando con un termostato programmabile il radiatore del bagno, del soggiorno e delle camere da letto si può pensare di ottimizzare la temperatura di questi locali con un consumo mirato di gas ed acqua ad un costo di acquisto totale intorno ai 200/300 euro.

danfosseco03Danfoss EcoE dal momento che in bolletta i risparmi si possono aggirare tra i 100 ed i 200 euro annui10, questo che vuol dire che, a seconda di quanti termostati programmabili sono stati acquistati, il risparmio di denaro netto comincierebbe ad entrare nel portafoglio dopo 12/18 mesi dall'acquisto. O in altri termini, a seconda di quanto bravi siamo a risparmiare gas, in due inverni, finito il periodo di ammortamento della spesa.

In ultima analisi, per quello che si pensa e si scrive su MadeinGaia, l'acquisto di termostati elettronici che rendano più sensibili e programmabili le valvole termostatiche stanza per stanza è comunque una strada da seguire per ottimizzare al ribasso il consumo di combustibili fossili.
In fin dei conti, si tratta di un bene che cede la propria utilità nel tempo e il cui valore si misura su quanto non ci fa spendere in più: una scelta per molti versi più razionale dell'acquisto di uno smartphone di gamma media che di programmata ha solo l'obsolescenza.

Dunque, il classico trade-off suggerito dai prodotti a basso impatto, a dire, cioè, pagare qualcosa in più oggi per pagare meno dopo, si ripropone ancora una volta. Perchè, in fondo, nel mondo delle scelte e dei prodotti sostenibili non è per niente scontato che sia sempre "meglio un uovo oggi, che una gallina domani".

firmaok

 

 

Parole e immagini di Paolo Falcone | Editor, per MadeinGaia

Note e fonti

1  http://www.efficienzaenergetica.enea.it/allegati/Contabilizzazione%20ott017%20-1.pdf e

http://www.agenziaefficienzaenergetica.it/documenti/Guida%20per%20l2019esercizio-%20controllo%20e%20manutenzione%20degli%20impianti%20termici.pdf | torna al testo

2  Sulla differenza vedi : http://www.cronotermostato.eu/ e https://luce-gas.it/faq/differenza-tra-valvole-termostatiche-termostato-programmabile-wireless#differenza | torna al testo

3  Esistono anche altre fantasiose denominazioni di questi aggeggi tipo valvole termostatiche digitali, elettroniche, smart, wireless, etc.
In realtà una cosa è la valvola termostatica, che è fissa al muro e collega il radiatore ai tubi dell'acqua calda, un'altra cosa è la testa della valvola, composta dal termostato e dalla manopola per regolare le temperature al di sotto delle quali la valvola farà passare l'acqua calda sanitaria nel radiatore. Più acqua passa (ruotando la manopola si decide quanta ne passerà) più si riscalda il radiatore.
Il principio di funzionamento non cambia mai: sia che agiamo manualmente sulla manopola, sia che lo faccia l'elettronica per noi. Il resto è pura comunicazione di marketing (e neppure fatta bene) | torna al testo

4  Sul funzionamento delle valvole termostatiche: http://www.ingegneri.info/news/impianti/termoregolazione-funzionamento-tecnico-delle-valvole-termostatiche/ E https://www.comeristrutturarelacasa.it/come-utilizzare-le-valvole-termostatiche/  | torna al testo

5  Danfoss Eco TM, documentazione ufficiale, giugno 2018 http://heating.danfoss.com/PCMPDF/VDLTF106%20Danfoss%20Eco%20Datasheet.pdf  | torna al testo

6 Funzioni tipo il rilevamento di finestra aperta, che chiude la valvola per evitare sprechi. | torna al testo

7 https://www.macitynet.it/migliori-termostati-smart-la-vostra-casa-guida-acquisto-macitynet/   | torna al testo

8 https://ees.honeywell.com/sites/Italia/it-IT//Pages/ProductGroup.aspx?cat=HW-IT&pid=TheraPro%2520HR90%2520-%2520Testa%2520termostatica%2520elettronica%2520digitale%2520a%2520programma%2520settimanale(HW-IT)&catpath=1.1.5.3.1#   | torna al testo

9  https://www.ecodhome.com/acquista/ecodhome-per-la-temperatura/testine-termostatiche-digitali-ttd/testina-termostatica-digitale-ttd101-detail.html   | torna al testo

10  Assumendo in un 15% il risparmio di combustibile su 3000 smc di metano/anno grazie alle valvole termosttiche programmabili, ed un costo di 0,30 euro / smc, il risparmio annuo è di circa 135 euro. Questa stima ipotetica e puramente indicativa deriva da
una stima media di 15% di consumo in meno grazie a VT: http://www.qualenergia.it/articoli/20171023-riscaldamento-efficiente-10-regole-dall-enea, una stima intermedia e prudente tra situazioni in cui le valvole termostatiche si applicano a vecchie caldaie e impianti e situazioni in cui le valvole sono comandate da un cronotermostato digitale magari smart.
costo di un smc di metano: https://www.facile.it/energia-luce-gas/news/easy-gas-e-luce-l-offerta-eni-per-la-casa-fino-al-31-dicembre-2017.html
nell'ipotesi di 1000 euro/anno di spese per il gas in una famiglia di 4 persone con impianto autonomo e casa in classe B. | torna al testo

e-mail & MadeinGaia
Author: Paolo Falcone | EditorWebsite: http://madeingaia.it/it/madeingaia/in-contattoEmail: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Grazie per aver seguito il filo delle parole e delle immagini di MadeinGaia fino alla fine di questa storia!

MadeinGaia.it è nata da un’idea di Paolo Falcone.

Analista dell'organizzazione del lavoro e marketing operation manager, Paolo è editor di Madeingaia e ne coordina i contenuti, cura la raccolta e la classificazione delle fonti, le interviste e, quando possibile, fornisce proprie impressioni personali e soggettive sui prodotti sostenibili.

In particolare, in alcuni casi i prodotti a basso impatto sociale ed ambientale di cui scriviamo sono anche testati personalmente.

Le immagini sul sito sono in parte acquistate da siti specializzati e in parte realizzate da MadeinGaia.


Print Friendly, PDF & Email