Pedalare elettrico secondo Atala, Bottecchia, Lombardo, Brinke e Fulgur

Print Friendly, PDF & Email

Ci sono oggi anche bici elettriche italiane in grado di competere con le bici tedesche e olandesi di livello superiore1.

lombardo eRoma 5

Si tratta di biciclette che montano invariabilmente motori ed elettronica di controllo tedesca (Bosch, Brose o Ansmann) o giapponese (Shimano) nella posizione del movimento centrale e che fissano la batteria, o sul portapacchi posteriore oppure sul tubo obliquo della bici2

Così, tra i nomi italiani impegnati oggi a competere nel mercato europeo delle bici elettriche premium, alcuni di quelli che hanno fatto la storia dell’industria ciclistica italiana si trovano fianco a fianco ad alcune nuove conoscenze.
atala ebike byouAtala B You (fonte: catalogo.atala.it/14-e-bike)

lombardo eRoma 5 Lombardo e-Roma 5.0 (fonte:www.lombardobikes.com/it/)bottecchia be20Bottecchia BE 20



 

 

 






Atala B You
, Lombardo eRoma 5.0, Bottecchia BE203

ma anche, Brinke Rushmore Trekking
 e Fulgur Acqua4
brinke rushmoreWhiteDi2Brinke Rushmore (fonte: brinke.it)Su prezzi e qualità, queste sono biciclette che se la giocano con la migliore concorrenza tedesca: non a caso i prezzi partono dai 1800 euro e arrivano anche a sfiorare i 2900 euro.

In questo gruppo spiccano modelli nei quali la ricerca di integrare le componenti nel telaio e rendere più armonico e filante il design è un obiettivo perfettamente raggiunto, e per certi versi molto più di quanto siano riusciti a fare alcuni nostri competitor nord europei.

Così, la Lombardo eRoma, la Brinke Rushmore Trekking o anche l'Atala B You e la Fulgur Acqua sono davvero delle belle bici ibride, adatte sia alla città che al trekking leggero,
fulguracquaFulgur Acquadove anche telaio, ciclistica e componenti sono, ovviamente di livello elevato, come è doveroso aspettarsi da bici del genere.








Note e fonti

1 Kalkhoff per esempio o Gazelle

2 Questa soluzione costruttiva è stata perfezionata nel tempo. Dieci anni fa era la preferita e Panasonic era il leader di mercato. Quando nel 2013/2014 Bosch ha riconvertito una propria business unit verso i motori e gli azionamenti per bici elettrica, ha portato nel giro di tre anni tutti i maggiori produttoridi bici ad adottarla. I telai sono progettati in modo da integrare il più possibile il motore nel telaio. In tal modo si ottiene un design più pulito ma anche maggiore integrazione e rigidità strutturale: la sicurezza in una bici elettrica è cruciale.

3 Ecco le loro schede:
Atala https://www.labiciclettaelettrica.it/prodotto/atala-b-you/
Lombardo e-Roma 5.0 donna https://www.lombardobikes.com/it/elenco-bici/e-roma-5-0-woman/
Bottecchia https://www.bottecchia.com/begreen/modelli/be-20-e-bike-trk-lady-28-acera-9s-bafang-max-drive/

4  Ed ecco anche le schede di Brinke: http://www.brinkebike.com/biciclette-elettriche/trekking-bike/rushmore-2-white-di2, e di Fulgor Acqua: https://www.fulgurcycles.it/acqua

e-mail & MadeinGaia
Author: Paolo Falcone | EditorWebsite: http://madeingaia.it/index.php/it/madeingaia/autori/in-contattoEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Grazie per aver seguito il filo delle parole e delle immagini di MadeinGaia fino alla fine di questa storia!

MadeinGaia.it è nata da un’idea di Paolo Falcone.

Analista dell'organizzazione del lavoro e marketing operation manager, Paolo è editor di Madeingaia e ne coordina i contenuti, cura la raccolta e la classificazione delle fonti, le interviste e, quando possibile, fornisce proprie impressioni personali e soggettive sui prodotti sostenibili.

In particolare, in alcuni casi i prodotti a basso impatto sociale ed ambientale di cui scriviamo sono anche testati personalmente.

Le immagini sul sito sono in parte acquistate da siti specializzati e in parte realizzate da MadeinGaia.


Print Friendly, PDF & Email